Introduzione


La Gaming Zone della Biblioteca di Segrate
è uno spazio interamente dedicato al gioco e ai giochi, con 200 giochi da tavolo per tutte le età, una Playstation 5 e una Nintendo Switch con un centinaio di videogiochi selezionati dai bibliotecari, un biliardino, un tavolo da ping pong, scacchi giganti, libri-game e libri sul gioco, e tanto altro da scoprire!

L’apertura del nuovo servizio, già in cantiere dal 2019, ha subito uno stop a causa dell’emergenza sanitaria e ha visto finalmente la luce a giugno 2022, dopo una lunga e articolata progettazione da parte dei bibliotecari. Il progetto infatti nasce nell’ambito di un più ampio percorso di trasformazione delle biblioteche in luoghi sempre più aperti alla comunità che interagisce, socializza e si fa cittadinanza attiva; luoghi di cultura in tutte le sue forme, luoghi di aggregazione, di scambio e di crescita (vedi: un piano strategico per CUBI)

Perchè uno spazio dedicato ai giochi in biblioteca?

Giochi e videogiochi possono contribuire all’aspetto socializzante che la Biblioteca deve avere sulla propria comunità, e l’apertura di una gaming zone all’interno della biblioteca rientra nella mission della biblioteca di pubblica lettura, in quanto, come dichiara il Manifesto dell’Unesco, la biblioteca deve sapersi adattare a una società in continuo cambiamento e “ogni fascia d'età deve trovare materiale rispondente ai propri bisogni. Le raccolte e i servizi devono comprendere tutti i generi appropriati di mezzi e nuove tecnologie, così come i materiali tradizionali”.  La realizzazione di uno spazio riservato al gioco rientra dunque nelle finalità della biblioteca, intesa anche come luogo di socializzazione e di sperimentazione di nuovi linguaggi.

Al centro di ogni media c’è una storia da leggere, interpretare, vivere o giocare: anche il gioco, quindi, può essere una forma di lettura interattiva e di immersione in una narrazione.

I giochi sono un importante elemento di cultura, essendo anch’essi un prodotto dell’intelletto umano; offrono nuove possibilità di esplorazione e di comprensione di un sistema, rafforzano la comunità e insegnano, anche inconsapevolmente; infatti, quando si gioca si apprendono nuove nozioni e funzioni, si arricchiscono il proprio lessico e le proprie capacità intellettive.

Anche i videogiochi sono un prodotto culturale e rappresentano una sintesi dei linguaggi mediatici conosciuti, in cui l’interattività è la caratteristica peculiare che lega indissolubilmente il fruitore all’autore – e in quanto elementi artistici, storici e sociali sono entrati a far parte di collezioni prestigiose come, ad esempio, quella del MOMA di New York.

Anche in Italia molte biblioteche di pubblica lettura hanno allestito negli ultimi anni gaming zone e offrono giochi e videogiochi tra le risorse di consultazione e di prestito.

Vi aspettiamo per giocare!

 

ORARI DI APERTURA

Da martedì a venerdì:
10-13/14.30-18.30
Sabato:
10-13/14-18

Chiusa dal 16 luglio al 29 agosto

Cosa serve

Per usare la Gaming Zone bisogna avere la TESSERA della Biblioteca. L'iscrizione è gratuita e si può fare in autonomia dai 15 anni compiuti in su, con documento di identità e codice fiscale. Fino a 14 anni serve la firma di un genitore o tutore legale.

Ulteriori informazioni


ORARI DI APERTURA

Da martedì a venerdì:
10-13/14.30-18.30

Sabato:
10-13/14-18

Chiusa dal 16 luglio al 29 agosto

Questo sito utilizza cookie tecnici e di analytics .
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informazioni cookies