In dettaglio

Oggi anche a Segrate è stata celebrata la prima Giornata nazionale in ricordo di tutte le vittime del Covid. L'Amministrazione comunale ha disposto le bandiere a mezz'asta ed è stato osservato un minuto di silenzio così come disposto da ANCI, in memoria anche delle 117 vittime da Coronavirus accertate nella nostra città.
 
Le parole del sindaco Paolo Micheli: "Celebriamo oggi insieme la memoria di tutte le persone decedute durante la pandemia. Sono i nostri nonni, mamme, papà, figli e figlie, amici e parenti. Un anno fa le immagini dei camion dell'esercito che portavano via le bare dall'ospedale di Bergamo ci hanno scioccato e impaurito. Sono passati 12 mesi e il Covid uccide ancora. Dobbiamo continuare a prestare la massima attenzione nei nostri comportamenti, ma a differenza del 18 marzo 2020 oggi abbiamo i vaccini. Dobbiamo affrettarci a farli a più persone possibili, nella speranza di evitare altre sofferenze e non dover più piangere. Lo dico oggi in questo importante momento di raccoglimento e preghiera: sono molto orgoglioso di come la nostra comunità abbia saputo reagire alla pandemia, di come abbia saputo superare insieme i momenti più difficili. L'aiuto verso chi aveva più bisogno non è mai mancato. Utilizzo le straordinarie parole di Papa Francesco per descrivere quello per cui tutti dobbiamo andare fieri: 'Ci siamo resi conto di trovarci sulla stessa barca, tutti fragili e disorientati, ma nello stesso tempo importanti e necessari, tutti chiamati a remare insieme'. C'è ancora tanto da fare, ma non dobbiamo mai perdere la fiducia".

Galleria

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informazioni cookies